IT EN DE RU
panorama
Esterno Hotel
Camera Privilege
lobby

PRENOTA

Chiusi

Il nucleo più antico della città si è sviluppato occupando l'intera sommità di un colle, in posizione strategica sulla Val di Chiana e sul sistema viario di collegamento con l'Umbria ed Arezzo. Chiusi, che raggiunse il massimo splendore durante la lucumonia del celebre Re Porsenna (VI secolo a.C.), conserva ancora vestigia etrusche e romane che ne fanno un importante centro archeologico famosissimo in Italia e nel mondo. Le innumerevoli campagne di scavi, iniziate già nel ‘700 e proseguite con eccezionali scoperte nella metà dell'800 fino ai nostri giorni, hanno portato alla luce un numero incredibile di tombe, spesso con i relativi corredi ancora intatti. Purtroppo moltissimi pezzi sono stati dispersi in tante collezioni e nei principali musei italiani ed esteri; malgrado ciò, il Museo Archeologico Nazionale di Chiusi è uno dei più importanti nel suo settore, ed è considerato un punto di riferimento per lo studioso, ma anche per il semplice appassionato. Rivolgendosi al personale del Museo è possibile effettuare la visita di alcune tombe che sono disseminate nel territorio; la più nota è la tomba della Scimmia (inizio V secolo a.C.), con affreschi raffiguranti giochi in onore della defunta che vi assiste seduta sotto un ombrello parasole.

Di epoca romana sono invece la catacomba di Santa Mustiola e quella di Santa Caterina, e la grande cisterna sopra la quale si eleva una torre difensiva del XIII secolo, adattata a campanile alla fine del 1500. Nel sottosuolo della città si estende una vasta rete di cunicoli etruschi, parte della quale è stata liberata dai detriti ed è adesso percorribile per un'insolita ed affascinante visita guidata. Di questo mondo sotterraneo sono visitabili il "Labirinto di Porsenna" e la Sezione Epigrafica del Museo Civico con un grande pozzo etrusco che si affaccia su un laghetto posto a circa 30 metri di profondità, e l'esposizione di oltre 500 iscrizioni su urne e tegole tombali che ne fanno il primo museo interamente dedicato all'epigrafia etrusca. Da visitare, oltre alla Cattedrale di San Secondiano, di impianto paleocristiano, il ricco Museo della Cattedrale, dove sono esposti reperti che vanno dal II secolo d.C. fino al 1800; un tesoro inestimabile sono i 21 codici liturgici del XV secolo, miniati da artisti come Sano di Pietro, Francesco di Giorgio Martini e molti altri. A pochi chilometri, a segnare i confini meridionali della Val di Chiana, troviamo il lago di Chiusi; il tranquillo specchio d'acqua, incastonato tra campi coltivati e canneti, è metà di moltissimi appassionati di pesca sportiva e bird-watching.

EVENTI E NOTIZIE
Wellness Travel Awards 2014
Fonteverde si è aggiudicata l'ambito Wellness Travel Award! Grazie a tutti coloro che ci hanno votato!  
Vedi
Christmas Sparty Night
Tre piacevoli serate con musica dal vivo, da trascorrere con gli amici tra bagni nelle piscine termali e nuvole di vapore!  
Vedi
AperiSpa
Per prolungare il weekend gustando un aperitivo a bordo piscina...Ti aspettiamo ogni Sabato e ogni Domenica dalle 16.00 alle 20.00!  
Vedi
Feste Natalizie a Fonteverde
Tea time, degustazioni, musica e la tradizionale tombola natalizia. Non solo benessere a Fonteverde e per i più piccoli tante sorprese!  
Vedi
Eventi e Notizie